UN ALTO MURO

Il muro alto che mi hai posto davanti.

Il confine da non valicare.

Il recinto entro la quale mi fai pascolare,

come una pecorella smarrita.

E tu, lupo cattivo, a guardarmi dal buco del muro,

per potermi meglio umiliare

nella mia solitudine incolore.

Mi raso il pelo, ubbidiente,

ma il mio bene prezioso rimane nascosto lo stesso,

si cuore nel forno la mia tua carnale.

Quando le candele piegano la fiamma

mi lascio trasportare verso la dannazione

per non poterti parlare, e con le dita sfioro

il mio fiore incatenato

che tu solo puoi venire a scoprire.

mostra erotica

Advertisements

One thought on “UN ALTO MURO

  1. cecco says:

    S’i fosse fuoco, arderei ‘l mondo;
    s’i fosse vento, lo tempestarei;
    s’i fosse acqua, i’ l’annegherei;


    Si fosse Cecco com’i’ sono e fui,
    torrei le donne giovani e leggiadre:
    le zoppe e vecchie lasserei altrui.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s