L’INIZIO DEI GIOCHI PERVERSI

La donzella che si è rifiutata ai principi, ai cavalieri, ai vampiri e ai licantropi. Ella aspetta la venuta del suo sovrano. Egli siederà sul trono di pelle e le dirà parole di sottomissione.

La sua unica schiava come una cavallina ferita arriverà ai suoi piedi e si accuccerà per ricevere le sue carezze dolorose. Le sue terribili parole di padrone. I suoi occhi bruceranno di pianto per l’inclemenza del suo sovrano. Leggera la sua veste rimarrà sempre alzata per mostrare il suo lato migliore.

Il suo re prenderà il frutto proibito e lo spappolerà nelle sue mani. Farà di lei una cavalla di porcellana. Lei rimarrà ferma immobile, con la sella sulla schiena, a portare il peso della propria passione insana.

Nella tranquillità della notte non ci sarà più pace. Nella tranquillità della notte non ci sarà più il grido di un incubo perché il carnefice è comparso dal nulla e ha un volto meraviglioso.

Granelli di ricordi saranno cancellati.

Granelli di ricordi sono solo passato.

Adesso al centro del buio un solo volto mi appare.

La donzella non si farà male. La donzella vuole solo servire il suo sire.

Nessun cavaliere, principe, mago o conte potrà ardire sfiorarla senza il permesso del suo signore.

Ella devota ai piedi del suo scranno sempre siederà. Sua umile schiava sempre sarà. Innocente e pura ella resterà sempre, come giglio candido che nelle sue mani spira. Solo lui potrà darle il respiro del fuoco per forgiarla e renderla perfetta.

Granelli di difese verranno cancellati.

Granelli di difese verranno congelati.

L’inizio dei giochi perversi. Polvere sotto le suole delle scarpe. Piedi nudi e catene chiuse.

L’inizio dei giochi perversi. Pericoli che si corrono per non morire. Pericoli in cui si incorre per non vivere.

Advertisements

One thought on “L’INIZIO DEI GIOCHI PERVERSI

  1. cecco says:

    Il piacere che nasce dal dolore altrui è forse il più tenebroso mistero della mente umana

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s