PICCOLA FATA ROSA

Piccola verginella,

piccola fata rosa,

qui il tuo canto è arrivato,

e la tua voce candida

ha solleticato le mie dita.

Stringendo l’immagine di Trilly

tu sei perfetta per essere rinchiusa

nella mia casa di bambole.

Così di porcellana è il tuo viso,

e le perle che ti ho messo al collo

ti stritolano il fiato.

Potresti far invidia a Biancaneve,

per la tua pelle così bianca e il tuo capelli neri.

Così piccola e infelice, così struggente nelle tue parole!

Mi scrivi desideri inconfessabili, sogni impossibili,

e vuoi sederti sotto la mia scrivania per ingoiare i fogli che scriverò.

Nessuna poesia ho per te, piccola troia, mio giglio bianco,

che le parole non servono per averti sotto al mio trono.

Tu già sei una colombella perfetta per il mio pollaio,

con le tue piume bianche e la tua cresta rossa

di gallinella vogliosa.

Mi mostri lingerie rosa per sedurre la tua regina

e avere la sua scelta su di te ma sai che presto rimarrai nuda

e solo le mie mani ti vestiranno di lividi e segni di ogni colore.

Quindi prepara la tua pelle con creme profumate,

come una schiava orientale, e porta i tuoi veli di Salomè,

voglio farti succhiare il nettare prelibato che ardisci desiderare

ma dopo aver pianto tutte le lacrime che tenute nascoste

sotto al tuo cuscino da anni.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s