L’AGNELLO SACRIFICALE

Prepara le catene, o Luzifer, perchè questo agnello sta per entrare nel mattatoio.

Il tuo uncino sia affilato per squarciare la carne del mio amore perduto.

Le tue ali siano forti per tenermi mentre farò il mio salto nel vuoto per venire a te.

La terra del tuo malefico fiato si aprirà per accogliere questo mio sacrificio.

O mio Luzifer, non avere pietà per il mio corpo intatto,

non frenare il tuo primo colpo inferto al mio primo gemito.

Io vengo a sacrificare qui il mio cuore, aprilo e prendi quello che desideri.

Dal buio ti porto la mia preziosa luce e tu avrai potere su di me,

come sacrificio per un altro essere a cui ho voluto bene.

Signore delle Tenebre arriva, segnami con la tua mano dominatrice,

fa che il mio ultimo respiro sia paragonato a niente in confronto

al tuo bacio dissolvente.

Io mi dono a te, mio Luzifer, come carne da macello,

come pelle vergine per i tuoi oscuri disegni,

IMPERA SU DI ME, IMPERA SULLA MIA ANIMA!

Ho scelto te, mio Luzifer, perchè sei il capo dei demoni alati

e puoi volare fino al mio nido e farmi morire come voglio io!

Ora non esitare, dannato angelo, e sfiora con le tue nere piume

il mio petto aperto, ora prendi questo organo pulsante e riducilo a niente!

 

IL LUPO CATTIVO

Gli occhi affilati dalla foresta dove hai vissuto

ti rendono selvaggio e astuto.

Gli occhi di Lupo biancheggiano nel buio

come lame di luna che non ho mai visto in vita mia.

Un essere così forte da piegare gli alberi della mia mente.

Un essere così potente da non usare gli artigli

per prendere ciò che gli serve.

Un lupo maledetto, Capobranco di una tribù svanita nel nulla,

unico superstite di un ardore recluso nei muscoli del cervello.

Sanguigno movimento e zanne ritorte per mordere il mio senno.

Sono senza occhi quando ti guardo.

Sono senza vista quando ti ho visto.

Sono senza tregua quando hai concesso un fremito.

Sono senza difesa ora che mi hai guardata.

Sbrana la tua carne affamata, Lupo,

il calore del silenzio è svanito

e sono piegata da un semplice ciuffo di peli neri

che dalla tua fronte sembrano spuntoni pericolosi

e sono stata trafitta senza esser stata ancora infilzata!

IL PIU’ FORTE

Il più forte getta uno sguardo che non ha dubbi

Il più forte guarda vicino e non ha bisogno di vedere meglio

Il più forte già muove le dita per arrivare alla tua carne.

Il più forte non è mai sorpreso delle cose che dici.

Il più forte non ha bisogno di provare, sa già cosa fare.

Il più forte non esita mai, va dritto al sodo.

Il più forte non tentenna la testa, rimane fermo.

Il più forte non ha bisogno di spiegarsi, si fa intuire.

Il più forte non ha bisogno di mostrare muscoli o strumenti di punizione,

la sua arma peggiore è se stesso.

Quando il più forte esce dall’ombra,

come un lupo nero in mezzo a quelli grigi,

si sente nell’aria un odore diverso.

Già da lontano tu capisci che è arrivato,

che lui è comparso,

che non c’è bisogno di prove e lotte varie,

è il più forte e gli altri rimangono silenziosi.

Non sono le fauci che impauriscono,

non è lo sguardo negli occhi che scansa tutti,

non sono gli artigli affilati,

non è il pelo così scuro e infernale.

Egli porta dentro di sé il cuore della sua schiava,

conquistato dalla sua mente subdola,

e questo gli dà la potenza ch egli altri non avranno mai.

Il più forte è il più vicino alla carne dei sogni

di una debole anima, i sogni che dicono: “VIENI! VIENI!”

 

IL CACCIATORE

Si presume che un Dominante sia il cacciatore della situazione. Che pensi a seguire le tracce di una preda, che senta il suo odore e si metta a seguirla, fino a catturarla. Un Dominante dovrebbe darsi da fare per avvicinare la preda il più possibile e con vari metodi. Pianificare anche trappole e sistemi per far giungere la preda presso di lui senza che questa si accorga di nulla.

Invece nella realtà ci sono molti Dom che aspettano che la preda gli cada sul naso e stanno lì ad aspettare senza muovere un dito. Un vero Dom è un cacciatore, fiuta e si smuove per raggiungere il suo obiettivo. Ha sempre davanti a se quell’obiettivo ed escogita modi più o meno subdoli per far cadere la preda nella sua rete.

Ciò che una slave si aspetta è proprio di essere inseguita, braccata, ricercata, annaspando quando viene ritrovata e quando sente vicino il fiato del cacciatore sul collo. Il cacciatore deve provare alla sua preda di essere lui il più forte, di essere lui colui che prende, che vuole, che non lascia la presa nemmeno per un secondo.

Troppi fantasmi di Dom in giro che come zombie stanno a sbavare senza dare un passo come si deve! Troppi teorici e parolieri che si nascondono dietro le ombra degli alberi e stanno soltanto a guardare. Una preda vuole essere stanata! Una preda vuole essere azzannata! Una preda vuole un cacciatore degno di questo nome!

( English version)

It is assumed that a dominant both the hunter and the situation. What do you think to follow the trail of a prey, its smell and feel that is going in and follow it until you capture it. A Dominant should do more to bring the prey as possible, and by various methods. Plan also traps and systems in order to reach the prey with him without his being aware of it.

Instead, in reality there are many who are waiting for the prey Sun falls on the nose and they are waiting there without lifting a finger. A true Dom is a hunter, sniffs and moves to reach its target. He’s always in front of you and devises that goal more or less subtle ways to bring down prey in its network.

What you expect is just a slave being chased, hunted, sought, gasping when it is found and when he hears near the hunter’s breath on his neck. The hunter has to prove to his prey that he is the stronger, to be the one who takes him, he wants, that does not leave the grip for even a second.

Too many ghosts of Dom around like zombies that are to drool without giving a step as it should be! Too many theoretical and lyricists who hide behind the shadow of the trees and are just watching. A prey wants to be ferreted out! A prey wants to be savaged! A prey takes a hunter worthy of the name! Tell me a little bit.

dominant-man

L’AMORE DI UNA PADRONA

Negli ultimi tempi ci sono moltissimi slave che si lamentano tantissimo delle padrone che ci sono in giro. Dicono che alcune sono perfide, che sono insensibili, che sono senza cuore, che si fanno pagare e che molte sono addirittura “plastificate”.

Ora io credo che queste donne forse abbiamo dei problemi, forse, di intimità cogli uomini o verso gli altri in generale. Non parlo di quelle che sono sadiche, almeno in quel caso è comprensibile che non possano provare dei sentimenti per i propri slave.

Ma tutte le altre mi chiedo che piacere possono ricevere quando usano i propri slave senza sentire nulla e senza avere emozioni o battiti del cuore a mille.

Sembra che anche loro siano in molti casi prese solo dall’esercitare delle pratiche meccaniche, di sfogo forse, e in molti casi ne fanno un vero e proprio lavoro.

Per me è inconcepibile come si possa lucrare sulle pulsioni altrui e trattare delle “persone” e sottolineo persone in questo modo.

Mi spiace moltissimo sentire che molti slave hanno molte esperienze negative con le padrone che ci sono in giro e che si chiedono , giustamente, se tutte le mistress siano così fredde.

Ovviamente anche loro, mi riferisco agli slave, certe volte sono molto superficiali nella scelta del dom o della dom giusta. Ossia, spesso hanno fretta di ricevere ciò che desiderano e si affidano a persone senza scrupoli che vogliono solo soldi o soltanto sfogarsi su di loro.

Periò io non dò solo la colpa alle mistress che sono fredde e insensibili ma anche agli slave che non fanno attenzione a chi si affidano.

Per avere una relazione sadomaso seria e un legame vero bisogna avere pazienze e saper aspettare la persona giusta e non darsi alla prima mistress che si conosce!

Quindi un consiglio per gli slave è quello di cercare di non offrirsi come cavie a tutti e di avere più rispetto per se stessi.

lastmistressnyff

 

( english version)

In recent times there are a lot of slave who complain that there are a lot of master around. They say that some of them are treacherous, who are insensitive, they are heartless, they charge and many are even “plastic”.

Now I believe that these women may have problems, perhaps, of intimacy with men or others in general. I do not mean those who are sadistic, at least in that case it is understandable that they can not have feelings for his slave.

But everything else I wonder what pleasure can receive when they use their slave without feeling anything and without emotions or heart beat a thousand.

It seems that even they are in many cases taken only from exercising the mechanical practices, perhaps vent, and in many cases make it a real job.

I can understand how you can make money on drives of others and deal with “people” and I mean people in this way.

I’m so sorry to hear that many slaves have many negative experiences with the master that are out there and who are wondering, rightly so, if all the mistress are so cold.

Obviously, too, I am referring to the slaves, sometimes are very superficial in the choice of Sun or Sun’s right. That is, often in a hurry to get what they want and rely on unscrupulous people who only want money or just let off steam on them.

Perio I do not give only blame the mistress who are cold and insensitive but also to the slaves who do not pay attention to those who rely.

To have a serious relationship and a sadomasochistic relationship pazienze true must have and be able to wait for the right person and maybe not the first mistress who knows!

So a tip for the slave is to try not to offer themselves as guinea pigs to all and to have more respect for themselves.

IL PULCINO NELL’UOVO

Se dovessi pensare al peggio “ tutti gli uomini sono uguali”

Sarei come quel Socrate che li voleva tutti mortali.

Ma un’azione o due non possono esser prese

per un intero modo di fare.

Per cui se un uovo si è rotto nel paniere,

tutti gli altri hanno ancora la possibilità di diventare pulcino

di far tutti insieme una bella frittata.

Quindi , se non tutti gli uomini sono uguali,

ce ne sarà uno che saprà maneggiare un fragile uovo,

con attenzione.

Penserà con affetto al pulcino che ci sta dentro,

o a tutto quello che potrebbe diventare

se non lo lasciasse cadere dalle sue mani.

E’ ben strana la sorte che affida

Le cose più fragili

a due mani così forti!

Perché dentro questo delicato guscio

c’è un pulcino che vuole vivere

e diventare grande.

Quindi stai attento, maneggia con cura,

e non lasciarmi cadere dal paniere

mentre salti da una pietra all’altra

sul fiume della vita!

 

inginocchiatA

LA DEBOLEZZA DI UNA SCHIAVA

Si presume che una persona che desidera la sottomissione abbia un carattere debole, indeciso, fragile, timido, introverso,…tale che necessita appunto di una persona forte che la guidi, la prenda, la educhi e la valorizzi in modo tale da diventare una slave perfetta.

Infatti da una schiava non ci si può aspettare che sia forte, sicura di sé e decisa, altrimenti non sarebbe una sub ma una mi stress!

Quindi mi stupisco quando sento dire da qualcuno che la slave non deve mostrare alcuna debolezza perché io credo che è proprio la debolezza della slave che attira la forza del padrone. Che un master esiga tale qualità da una sottomessa è davvero strano. Infatti tali qualità appartengono al carattere dominante. Per cui una slave si aspetta che sia il suo padrone ad essere sicuro di sé e forte.

La debolezza, la fragilità, l’insicurezza e la timidezza sono caratteristiche proprio del carattere masochista. Il carattere masochista è rivolto alla ricezione della sofferenza e perciò si dimostrerà in questo modo quando avrà un approccio con qualsiasi master.

Quando una slave vuole ricevere sofferenza è perché ne ha bisogno, dentro di sé ha un vuoto di emozioni, si sente confusa, indifesa e ricerca proprio il suo opposto nel padrone.

Mi viene in mente un ben conosciuto film dell’ambiente Bdsm come esempio, ossia il film “SECRETARY”. Ebbene, in questo film c’è proprio un esempio di slave imbranata, confusa e timida che un padrone bravo riesce a trasformare in una schiava perfetta.

Se ci fate caso all’inizio la ragazza è proprio un disastro in tutto, sia nel portamento che nel modo di fare le cose che il padrone le ordina. Inoltre ella mostra chiari segni di una vita problematica a livello psicologico. Ma sono proprio queste cose che lei porta dentro di sé ad attirare il suo capo e ad attrarre lui in modo profondo.

Egli infatti si rende presto conto che la ragazza non ha la benché minima esperienza e nonostante ciò continua a volerla per sé e a perdonare i suoi sbagli nel lavoro. Fino a quando la presenza debole della ragazza attira la sua forza ed egli dimostra di essere il padrone di cui lei necessita.

Alla fine è solo grazie alla perseveranza di lei e alla pazienza e all’amore di lui che lei diventerò ciò che è destinata ad essere. Da un bruco informe infatti ne esce una splendida farfalla.

secretary

( English version)

It is assumed that a person who wishes submission has a weak character, undecided, fragile, shy, introverted, … that just need a strong person to lead it, take it, it educates and enhances so that it becomes a slave perfect.

In fact, a slave can not be expected to be strong, confident and determined, otherwise it would be a sub but I stress!

So I am amazed when I hear someone say that the slave must not show any weakness because I believe that it is the weakness of the slave who attracts the power of the master. That a master requires this as a submissive is really strange. In fact, these qualities belong to the dominant character. So a slave is expected to be his master to be confident and strong.

Weakness, fragility, insecurity and shyness are just characteristics of the masochistic character. The masochistic character is addressed to the receipt of suffering and therefore will prove in this way will have when an approach with any master.

When a slave wants to receive suffering is because it needs within itself has a void of emotion, you feel confused, helpless and research precisely the opposite of the master.

I am reminded of a well-known film Bdsm environment as an example, that the film “SECRETARY”. Well, in this movie is just an example of slave clumsy, confused and shy that a good master is able to transform into a perfect slave.

If you look at the girl is just a mess all over, both in behavior and in the way of doing things that the master of the order. In addition, she shows clear signs of a life issue at the psychological level. But it is precisely these things that she carries within himself to attract his boss and to attract him in a profound way.

In fact, he soon realizes that she has not the slightest experience and yet still wanting for him and forgive his mistakes in the work. Until the presence of the weak girl draws his strength and he proves to be the master of which you need.

In the end it is only thanks to the perseverance and patience and her love of him that she will become what is meant to be. From a caterpillar shapeless fact emerges a beautiful butterfly.