LA MIA VITA CAMBIATA

imagesCA15PFGD

Io sono soltanto la sua cagna, mio Signore,

e nient’altro potrò diventare.

Mi  ostino ad esser testarda

nel volermi ricoprire di difese

per non dover guardare

come mi avete già ridotta.

Sapere che nella vostra vita

nulla è cambiato,

mentre nella mia tutto si è ribaltato,

mi addolora e mi squarcia il nodo in gola.

Sapere che la vostra vita, mio Signore,

è uguale a prima, che non è importante

che io ci sia o non ci sia,

per me è una grandissima ferita

che inizia a sanguinare.

Una misera presenza io sono,

una crisalide che voi tenete chiusa,

nell’angolo più lontano della vostra vita.

Mi tenete così, distante, come un orpello inutile,

un gingillo di latta, meno prezioso della vostra nera macchina.

Io percepisco qualcosa,

che non so dire,

che non so ardire cosa,

che non si svela

e mi sembra l’unica cosa

per cui rimango qui,

dove voi mi avete resa così fragile.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s