I VOSTRI OCCHI

la-grande-insonnia

Il mio cuore ringhia di notte,

ulula, canta, non demorde.

Che mi avete messo nello scheletro

per vacillare così senza il vostro permesso?

Che mi avete iniettato nei neuroni

per sentire un simile legame?

Mi sono attaccata alla vostra mano inerme,

non chiedendo nemmeno una carezza

ma domandandovi la mia salvezza.

Che sfacciata questa bimba!

Questa catena che mi stringe

fatta di anelli che potrei aprire uno ad uno,

eppure li lascio stretti e me la porto addosso

come se fossero piume.

Così prezioso quel gioiello

che mi avete posto al collo!

Così necessario mi siete

ora che dispero invano

di poter avere un vostro aiuto

per non morire di carnale sete!

Così decisa la vostra mano,

invisibile, la vostra presenza tangibile,

che quando si spegne la mia luce

e la notte mi oscura,

voi splendete coi vostri occhi

attorno al mio letto.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s