IL CONIGLIO BIANCO SI MANGIA ALICE

3325141822_884a373450

 

 

Sospira lui nel mio orecchio,

sospira nel mio letto di dolore,

prepara il cibo per sfamare il mio ardore.

Si prepara a mangiare il mio corpo,

intero, debole, offerto a lui come un dono.

Sospira alla mia voce con i suoi denti,

sospira sotto il mio letto,

là dove tengo nascosti i pensieri oscuri,

là dove cadono le briciole dei suoi pasti umani.

Il suo orologio ha scoccato l’ora,

il suo tempo è arrivato,

ecco che si appresta a venire

a legare il suo animaletto

per metterlo sul fuoco

e bruciarlo vivo col suo fiato.

Il coniglio bianco digrigna i denti,

è affamato, non può più aspettare,

il suo palato ha la bava,

le sue mani si allungano per prendere.

Sussurra alla mia ragione di lasciarmi andare,

sussurra alla mia prigione di aprirsi del tutto.

Il suo pelo bianco non è di Babbo Natale,

il suo pelo bianco è di crine di cavallo,

di archetto che suona un violino distorto.

Amami tu, coniglio feroce.

Amami e rendimi capace di non amare più.

 

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s