IL MAESTRO E L’ALLIEVA

ip_man_allieva

 

L’allieva, seduta all’ultimo banco,

ogni tanto guarda fuori dalla finestra.

L’allieva parla e sorride agli altri,

discute, commenta, risatine svogliate.

Non guarda mai verso la cattedra,

là c’è lui, lì su quella pedana della saggezza,

su quel trono dove lui cerca di vedere

se lei lo guardi ancora.

L’allieva scrive qualcosa,

sul diario o sul quaderno,

sembra ignorare quel maestro

che invoca il suo sguardo su di sè.

L’allieva cerca di distrarsi

perchè forte le batte il cuore

perchè sa che lui è lì

e la cerca con lo sguardo.

Si sente bloccata,

si sente indegna di tanta attenzione,

non sa come spiegare il suo malessere

interiore.

altri allievi le mandano poesie,

le dicono dolci dichiarazioni,

giovani e forti le offrono i cuori,

ma lei, cogli occhi bassi,

lei sa che il maestro guarda lei

e lei rimane al suo posto,

a testa bassa, senza alzare gli occhi

per non mostrare quale fulgida luce

abbia l’amore del suo sguardo

per quell’uomo che solo lei

sa distinguere dagli altri.

Advertisements

2 thoughts on “IL MAESTRO E L’ALLIEVA

  1. vittoriot75ge says:

    Leggendola mi è venuto in mente il film “L’amante” (tratto dal romanzo omonimo, credo).
    Lo conosci?

    • amleta says:

      sì, ti riferisci al romanzo della Duras no? sì, ho letto il libro e visto anche il film ma sinceramente non pensavo che ricordasse proprio quella storia. Anche perchè in quel caso sì, si tratta di una iniziazione ma di altro tipo però.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s