RIPIEGATA

Logo_Stanza_del_Silenzio

 

Atterrata sui ginocchi,

ripiegata sul dolore di potervi scorgere

davanti alle mie preghiere esaudite.

Ripiegata da questa sofferenza acuta,

da questo pulpito di strazio

in cui aggiungo sospiri al mio fiato,

io vedo voi, io vedo solo voi,

nel mio sguardo.

Io non riesco a scollare l’immagine

che avete messo dentro la mia iride,

di ciò che voi siete e di ciò che voi sarete.

Lunghe distanze di anime

hanno raggiunto il limite,

adesso o ci si fonde o ci si lascia indietro.

Sul ponte non c’è spazio per gli indugi,

io posso stare al suolo,

diventare il vostro pavimento,

e voi potrete camminare quando volete

sulla mia ragione sconfitta.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s