IL MIO SECONDO LIBRO EROTICO

Cuori di spine

Finalmente è stato pubblicato il mio secondo libro erotico, in formato Ebook con una anteprima audio anche. Spero che siate curiosi e vogliate almeno ascoltare un assaggio di quello che scrivo.

Questo è il mio libro nel sito delleditore

http://www.lybraeditore.com/ApriArticolo.asp?IdArticolo=73&BtnInvia.x=71&BtnInvia.y=62

Questa è la pagina su Amazon

http://www.amazon.it/Cuori-spine-corpi-cemento-Estratto-ebook/dp/B00H005292/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1386584795&sr=1-1

LE FERITE DEL GHIACCIO

Amoretriste

Brecce, serracchi, fessure, fratture, ferite in quel ghiaccio eterno

dove io dormo senza dormire.

Appaiono ogni tanto ombre,

ma rimangono ombre soltanto.

Il freddo grida nel vento,

la mia carne gela senza il calore

di quella mano che diceva di regnare su di me.

Gli occhi non vengono bendati e vedono tutto.

Le mani non vengono legate e fanno tante cose.

Il cuore non viene sedato e scorre via nella sera.

Anima pesante in una veste leggera,

che muove i passi per danzare una danza di ombre.

Gli uomini sono ombre, rimangono sul muro,

non toccano mai il pavimento

per unire i loro passi ai miei.

Uomini inconsistenti, inermi, fraudolenti.

Quel ballo che le notti agognano

diventa solo agonia per me.

Ma cosa aspettarsi da miseri esseri

che non sanno sentire altro che bisogni fisici?

Cosa aspettarsi da lemuli dalle corazze ben definite

e dai fremiti invisibili che non fanno altro che nascondersi

nella sabbia delle loro misere vite?

Quanti cadono nella fossa

prima ancora di attraversare il ponte!

E quanti rimangono nello stagno

in cui hanno cresciuto così bene

le loro infime passioni

e vengono a supplicarmi di legarli

col filo e col dolore!

Non sono degni nemmeno

del nome che cercano di darsi:

schiavo è solo colui che non sa di esserlo!

SCIOGLIERE LA PIETRA

il nodo

Può sciogliersi la pietra sotto i raggi di un freddo sole?

Può sciogliersi un nodo fatto da una forte catena?

Può sciogliersi un sogno diventato incubo?

Quale altro gelo porterà il tuo cuore?

Quale altra morte aspergerai nelle mie vene?

Potrai nutrire il mio buio senza farmi male?

Potrai entrare senza scucire il dolore dai miei occhi?

Non ho nessuna voglia ma la voglio trovare.

Non ho nessuna speranza ma la voglio rinnegare.

Potrai spezzare quella catena che mi ha strozzato senza farmi morire?

Potrai diventare il mio vero Padrone?

Dimenticati di te.

Dimentica il motivo.

Dimentica la tua ragione.

Solo col cuore potrai avvicinarti ed avere successo.

Ma la pietra è morbida fuori e dura dentro.

La pietra ha due anime: minerale e animale.

Come potrai domare quella belva?

DIPINGIMI LE OSSA

vilenza-5

Dipingimi con le tue mani che non hanno mai toccato un colore.

Dipingimi con quelle mani che non hanno mai visto il nero.

Dipingimi con quelle mani che non hanno ancora visto la mia forma.

Dipingi sopra di me quel rosso che faccia scomparire il nero.

Sculacciami con la tua anima.

Sculacciami con la tua mente.

Sculacciami, non dirmi nulla.

Non voglio sentire nemmeno il dolore,

voglio solo scomparire nelle tue mani.

Non c’è bisogno di un motivo per farmi distruggere,

e tu non ci riuscirai.

Immenso è quel tormento che striscia nella mia bocca,

e tu lasciala sempre chiusa,

perchè non voglio mai pronunciare alcun nome

che c’è stato prima di te.

Disegnami tutta, da capo a piedi,

rendimi nuova, come non sono mai stata.

Riducimi nella tua forma e nella tua sostanza,

abbi cura di me.

Sculacciami le ossa.

Sculacciami le maledette idee che affollano il cervello.

Sculacciami e rendimi muta mentre griderò.

Dipingimi con le tue mani,

solo il potere del  corpo può ridurre in polvere

la mia mente.

NEVE NERA

1995845_c93c8645c2_m

 

Non ho bisogno di te!

Non ho bisogno di nessuno!

La neve nera mi coprirà.

La neve nera segnerà la mia tomba sul bianco manto.

Non ho bisogno di te!

Non ho bisogno di nessuno!

La neve nera mi seppellirà.

Io sarò libera dalla tua catena.

Voglio entrare dentro la neve nera.

Voglio sentire il gelo nelle mie vene.

Lascerò che mi copra senza respirare più.

Voglio morire ad alta quota.

Voglio rimanere lassù nella cima più alta.

Senza imbracatura, senza corde, nuda.

Non ho bisogno delle tue mani!

Non ho bisogno che mi prendi!

Non ho bisogno di nessuno!

La neve nera potrà ricevere la mia candida anima.

La neve nera conserverà il mio amore.

Io sarò nuda, dentro  ai fiori di ghiaccio,

e non mi salverò, non voglio vivere più.

Non ho bisogno della tua forza!

Tieniti stretto il tuo potere.

Non servirà a nulla lasciarmi in vita

visto che ho deciso di morire.

UN VOLO DENTRO AL MARE

1419813398_cdadfc01fe

Una volta avevo deciso di volare senza piume.

Una volta avevo deciso di amare senza cuore.

Una volta mi interstardii così tanto da metterci impegno.

Strapparsi le piume non è cosa facile per un volatile dal becco rotto.

Strapparsi le piume e ridursi a niente.

Era quel niente che volevi.

Era quel niente di cui avevi così tanto bisogno.

Giungere in alto e non aver nulla con cui salvarsi dal volo.

Giungere in alto e aprire due ali vuote che non salveranno dallo schianto.

Una volta avevo deciso che dovevo per forza ritirare quel sogno.

Una volta avevo persino rotto le mie ossa per costringermi a non provarci nemmeno,

il volo non era per me, dovevo starmene a terra.

Ma mi sono gettata, sono caduta in picchiata.

E sotto non c’era la terra, c’era il mare,

e tu stavi in quell’acqua, tu nuotavi come un pesce.

Io nemmeno ti vidi, mi schiantai e basta.

Fu sott’acqua che ti incontrai,

mentre facevi bollicine per darmi l’aria.

Perchè non mi facesti affondare?

Perchè non mi lasciasti perire?

Io ero pronta a lasciare la vita,

a lasciare tutto quello che non avevo mai avuto.

Non sapevo che ci fosse il mare sotto la mia anima,

non sapevo che tu saresti stato una rete per i miei desideri.

Fammi affogare se non vuoi tenermi.

Fammi affogare se non vuoi amarmi.

Buca le mie corde vocali e baciami ancora.

SOLA

sola

 

Ho imparato a fare a meno di te.

Ho imparato a fare a meno di me.

Ho imparato a fare a meno di tutto.

Ho imparato che nessuna cosa ha valore e tutto è importante.

Ho imparato che sono da sola.

Ho imparato che supero tutto.

Ho imparato che non c’è bisogno.

Ho imparato da sola il mio aiuto.

Ho imparato che devo fare a meno di ogni cosa.

Ho imparato che la paura è solo questione di amore.

Ho imparato che non devo chiedere.

Ho imparato che non devo sognare.

Ho imparato che ogni cosa scompare.

Ho imparato che non devo amare.

Ho imparato che è meglio non usare il cuore.

Ho imparato che è meglio morire che imparare tutte queste cose

a spese di se stessi.

Perciò niente compromessi,

io non mi piego a nessuna illusione.

Io sono ancora Io!