UN VOLO DENTRO AL MARE

1419813398_cdadfc01fe

Una volta avevo deciso di volare senza piume.

Una volta avevo deciso di amare senza cuore.

Una volta mi interstardii così tanto da metterci impegno.

Strapparsi le piume non è cosa facile per un volatile dal becco rotto.

Strapparsi le piume e ridursi a niente.

Era quel niente che volevi.

Era quel niente di cui avevi così tanto bisogno.

Giungere in alto e non aver nulla con cui salvarsi dal volo.

Giungere in alto e aprire due ali vuote che non salveranno dallo schianto.

Una volta avevo deciso che dovevo per forza ritirare quel sogno.

Una volta avevo persino rotto le mie ossa per costringermi a non provarci nemmeno,

il volo non era per me, dovevo starmene a terra.

Ma mi sono gettata, sono caduta in picchiata.

E sotto non c’era la terra, c’era il mare,

e tu stavi in quell’acqua, tu nuotavi come un pesce.

Io nemmeno ti vidi, mi schiantai e basta.

Fu sott’acqua che ti incontrai,

mentre facevi bollicine per darmi l’aria.

Perchè non mi facesti affondare?

Perchè non mi lasciasti perire?

Io ero pronta a lasciare la vita,

a lasciare tutto quello che non avevo mai avuto.

Non sapevo che ci fosse il mare sotto la mia anima,

non sapevo che tu saresti stato una rete per i miei desideri.

Fammi affogare se non vuoi tenermi.

Fammi affogare se non vuoi amarmi.

Buca le mie corde vocali e baciami ancora.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s