DUE PARTI DI UN’ANIMA

06_01_2009_0080703001231191422_pixelnase

 

Due parti così distanti,

due parti che non si sfiorano ancora,

immersi nell’incomprensione totale.

Due parti, ascendente e discendente,

insieme nello stesso vortice,

ma da soli a scatenare trafile

di desolazione.

Se solo potessimo vedere viso a viso,

se solo potessimo sostare sguardo a sguardo,

se solo quel preciso istante fosse giunto

in mezzo al niente costante.

Due parti di un’anima

che ha deciso di rimanere divisa in due.

Quale maledizione è la nostra?

Quale stregoneria è questa?

Non si è mai visto un tale accanimento infausto

su ciò che era stato più volte deciso.

Ogni metro guadagnato cento metri si perdono,

ogni passo fatto cento passi ci riportano indietro.

Il mio grido svelato non ha nessun valore,

il mio cuore straziato non ha alcun calore,

lo stesso vortice ci divora

eppure la mia tortura

non ti sembra abbastanza!

Quale altro dramma dovrò piangere

per riunire due rive così opposte?

Quale altra tragedia dovrò sopportare

per tenere il alto il nostro amore

in mezzo al vortice della tua rabbia?

Ogni parola crea una ferita,

ogni parola crea una speranza vana.

Di quante dita hai bisogno per scrivere la mia vita

nella tua vita?

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s