SERPENTI CAVI

goeth

 

Subdole le genti

che voglion solo giocare

e per i puri di cuore non hanno

alcun affetto ma cercano

solo facile dolore.

Subdole quelle menti

Che cercano di convincersi

che il gioco è l’aspetto migliore

di ogni tipo di legame

e per questo fine ingannano

coloro che più in alto voglion volare.

Subdoli serpenti che s’attorcigliano

alle caviglie e i piedi voglion leccare

con fame di sesso e egoismo ossessivo.

Da questi vuoti crateri umani

nessun magma si riversa di fuori

poiché essi son cave caverne umane

dove il sesso ha bruciato anche l’ultima

parvenza di anima umana

e come lucertole cieche vagano

in cerca di cibo facile

che possa riportarli sempre

al loro buio primordiale.

Insetti viscidi che si ritorcono

sempre su se stessi

poiché il vuoto galleggia

sempre sul vuoto.

IL NERO DELLA MIA LUCE

dantes-inferno-comic

Più vicino il nero

e più chiaro il chiaro.

Quando m’appresso

al confine infernale

delle anime dannate

sembro più chiara

di una pecora d’angora.

Quel nero che si sparge

dentro il mio animo è luminoso

e il confronto con quelle anime

è nero catramoso.

La mia essenza ha il buio della luce.

La loro essenza ha il buio delle tenebre.

Non vedo nessuna luce in quegli occhi

che non vedono in me nulla di più di un corpo.

Sono stanca di valorizzazioni materiali,

Sono stanca di fare da uccellino imberbe ai maiali.

Tutti vogliono il dolore ma non lo conoscono nemmeno da vicino.

I loro desideri sono soltanto voglie effimere di un giorno

o di un’ora, da passare senza pensieri.

Così com’essi vanno in palestra,

allo stesso modo, ardiscono fare sessioni

per scaricare lo stress e la rabbia

dei loro frustranti lavori.

Schiave come amanti per padroni infelici,

Schiave come passatempo per master inesperti.

Padrone part-time per schiavi senza sentimenti

Switch al migliore offerente per ogni occasione viziosa.

Al mercato del sesso si è accostata la svendita del sadomaso.

Ogni anima ignara di ciò che sia il dolore

cerca ristoro da un diverso padrone e a tutti si lega

senza remora e senza umana memoria

di ciò che è un vero legame.

Un branco di pecore affamate

che seguono il pastore del momento

senza poter capire la differenza

tra sollazzo e ludico momento.

Nella svendita del sadomaso

tutti sono interessati a cantare come il gallo

appresso alle galline e pur di avere colpi alle code irte

si piegano e fanno mille inutili moine.

Mi disgusta questa scena e mi fa pena

Quella schiena che si abbasso non per volontà di un potere superiore

ma solo per divertimento di un momento di evasione.

LA FIAMMA DI GHIACCIO

fiamma2

Ripetutamente scolpita dalle sferzate dure

di quel cuore che non smette di battere.

Ripetutamente cristallizzata

da quella mente che si dibatte per non amare.

Una fiamma di ghiaccio come può diventare?

Una fiamma di ghiaccio cosa può diventare?

Sbigottimento nel vedere quanto gioco vogliano le anime vuote!

Sbigottimento nel constatare quanto si accontentino

di quel nulla che non tocca mai il cuore!

Nessuno schiavo o padrone vuole rischiare,

nessuno schiavo o padrone vuole vivere davvero

quel sentimento che si fa fuoco dentro il ghiaccio.

Io non contemplo il gioco, io non voglio nessun divertimento.

Il mio amore è l’unico mondo che vi farò sfiorare

e se non ne siete degni allora datevi al gioco!

I COSIDDETT NORMALI

Chiusero petali di rosa per non far sbocciare il fiore,

chiusero le mani per non prendere le altre in sè,

chiusero i desideri per non lasciarsi andare

e portarono il succo della vita dentro le tasche

a gocciolare come miele scaduto sul selciato

dove giocano splendidamente le loro “normali” vite.

Io questo chiedo, che mi si strazi molto di più con l’amore,

perchè il dolore lo conosco a fondo e non è più novità per me:

mille apocalissi sentimentali rendon un cuore a prova di furto.

passione2