VOGLIO ESSERE TUA

5279

Catena alla gola,

catena al piede

catena ai polsi,

catena al cuore,

voglio impazzire per te.

Spostami dalla linea piatta

che riduce il mio cuore in briciole di buio.

Spostami dal trono in cui mi sono messa

per buttarmi a terra sotto i tuoi piedi.

Riduci la mia mente ad una polpetta,

fammi vibrare di follia,

quella tua unita alla mia.

Adesso che mi vuoi,

adesso che puoi avermi,

adesso che puoi rendermi tua,

fammi impazzire di te soltanto,

perchè hai già vinto il tuo premio insperato,

tu che sei l’ultimo arrivato,

e già hai messo le mie mani dentro il nodo

della tua perfida mente.

Fai scomparire tutto,

annienta tutti,

non far rimanere niente.

( Copyright della poesia di Amleta Bloom)

COMPARSO DAL NULLA

tumblr_njh00lpvr11u34rb6o1_500

Oscurità fattasi carne e occhi.

Oscurità fattasi forza.

Oscurità fattasi presenza.

Dal nulla comparso,

dal nulla arrivato,

dal nulla giunto

come un perfido sparviero.

Il bisogno fattosi carne.

Il bisogno fattosi sguardo.

Il bisogno fattosi comando.

Ai piedi di un miraggio

che è il mio orizzonte oscuro e maledetto.

Troppe persone sulla mia carne,

perchè cambiassi colore,

ma tu solo venuto a sedare

la mia ribelle ragione.

Ogni nodo fatto

che non ha dato grido

lo darà presto

per ciò che è iniziato

come un percorso inatteso

e finalmente arrivato.

( Copyright della poesia di Amleta Bloom)

FAMMI PERDERE I SENSI

fcdfd0a4031130a27b97b1c26b763458_507166

Chiuderò gli occhi

per vedere solo te.

Chiuderò la bocca

per sentire solo il tuo bacio.

Fammi perdere i sensi,

riducimi in frammenti dispersi,

riducimi come tua schiava felice di servirti.

Tu puoi essere l’UNO,

ed io sarò ai piedi del tuo potere

perdendo me stessa nei pezzi

che tu riuscirai a mettere insieme

per creare la tua creatura,

secondo la tua volontà.

Io sarò i tuoi pezzi di anima

che nella mia pelle prenderanno vita.

( Copyright della poesia di Amleta Bloom)

L’AGNELLO SACRIFICALE

CVlAaqfW4AAIRl4

Prepara le catene, o Luzifer, perchè questo agnello sta per entrare nel mattatoio.

Il tuo uncino sia affilato per squarciare la carne del mio amore perduto.

Le tue ali siano forti per tenermi mentre farò il mio salto nel vuoto per venire a te.

La terra del tuo malefico fiato si aprirà per accogliere questo mio sacrificio.

O mio Luzifer, non avere pietà per il mio corpo intatto,

non frenare il tuo primo colpo inferto al mio primo gemito.

Io vengo a sacrificare qui il mio cuore, aprilo e prendi quello che desideri.

Dal buio ti porto la mia preziosa luce e tu avrai potere su di me,

come sacrificio per un altro essere a cui ho voluto bene.

Signore delle Tenebre arriva, segnami con la tua mano dominatrice,

fa che il mio ultimo respiro sia paragonato a niente in confronto

al tuo bacio dissolvente.

Io mi dono a te, mio Luzifer, come carne da macello,

come pelle vergine per i tuoi oscuri disegni,

IMPERA SU DI ME, IMPERA SULLA MIA ANIMA!

Ho scelto te, mio Luzifer, perchè sei il capo dei demoni alati

e puoi volare fino al mio nido e farmi morire come voglio io!

Ora non esitare, dannato angelo, e sfiora con le tue nere piume

il mio petto aperto, ora prendi questo organo pulsante e riducilo a niente!

( Copyright della poesia di Amleta Bloom)