UNA VOCE SENSUALE

Alcuni di voi tempo fa mi avevano chiesto che genere di musica cantassi e che tipo di voce avessi. Bene, da un pò di tempo sto facendo esperimenti musicali e vorrei condividere con voi le mie creazioni vocali. Mi piace molto contaminare i generi, riscrivere canzoni, dare una nuova veste a certe musiche magari già conosciute. Spero che possiate apprezzare l’originalità. Ovviamente queste sperimentazioni non sono qualcosa di professionale e nemmeno sono fatte a scopo di lucro.

 

 

 

 

LA PASSERA SOLITARIA

Un beccuccio appuntito

che canta solitario il canto del desio smarrito.

Un piumaggio rosso scarlatto

che mostra ciò che di uccello non è poi così matto.

Stride tra gli alberi

la passera solitaria, tra rami e tronchi,

e desideri tagliati dalla lama della sua voce infranta.

Terre dissestate dal suo cuore odiato,

toraci rimasti a metà

quando speravano di sorgere sotto il suo diti appuntito.

Ciò che potrò prendere non sarà spavento,

ciò che diserto non è l’inferno,

e nel bosco non c’è nemmeno tagliente vento.

I sono nascosta, come un uccellino,

nel nido sopra quell’albero

dove arriveranno i tuoi artigli

di magnifico felino.

Intanto canto l’ultima mia canzone

a ciò che porti dentro di te

perchè mi renda aquila alla fine,

quando sorgerai sopra di me

e mi porterai ad essere quella schiava

che non aveva mai piegato la testa.

Una passera solitaria

che canta il tuo misterioso nome,

cinguetto libera e non vedo nessuna gabbia ancora.

Mi sento forte e posso sfidare la cima,

senza lasciarti seguire le mie tracce minuscole,

sulla terra bagnata.

Cosa vedrai coi tuoi occhi

saranno segni della mia anima

che sta per svanire.

https://www.youtube.com/watch?v=J9WJWhowBfU