SPIRALE DI CORDE

1113

Lasciami spirare in pace,

nella pace della spirale di corde

che mi legherai alle caviglie

per farmi affondare nelle tue membra.

Lasciami spirare in pace,

nella pace di quell’oblio che toglie la polvere

alle cose che non furono e che mai saranno.

Stringi di più l’anello che metterai il mio collare,

così che mai possa scappare da questo martirio

che mi stai donando.

Solo uno stretto nodo

mi può restituire il dolore che ho provato

privandomi di te fino a questo momento.

Solo intrecci stretti possono sconfiggere

i ricordi di speranze vane.

E tu, Signor “addestratore”

detta le regole e accendi il braciere,

sulla griglia rovente io porrò la mia carne

e tu potrai girarla e porle la tua spirale di corde,

fino a farmi un sarcofago di pensieri e desideri

da cui non potrò più uscire.

( Copyright della poesia di Amleta Bloom)