I MIEI LIBRI

Nella vita ci sono momenti in cui si ha davanti un bivio. Nessuno ci dice quale direzione prendere e spetta a noi dirigere i nostri passi verso una direzione. Ci sono esperienze che vanno fatte per capire di sè molte cose. Ci sono esperienze che rimangono nel cuore e che aiutano a crescere, ad evolversi, a scoprire il proprio futuro. Ostacoli vengon messi ma prima o poi si arriva ad una meta, o almeno ad una strada sulla quale finalmente ci sentiamo pronti a camminare. Ogni persona affronta il suo lato oscuro in modo diverso. Ogni persona fa un cammino diverso dagli altri e scopre lati di sè che non sapeva di avere. Qualcuno decide di seguire i propri impulsi e altri invece continuano ancora a negarli. Le storie di ognuno possono diventare le storie di tutti gli altri. Per questo ho voluto scrivere vari tipi di racconti con situazioni diverse che possono verificarsi nel mondo sadomaso, per spiegare ed esprimere quale psicologia e quali pensieri ci siano dietro certi comportamenti che magari vengono ritenuti ancora strani dalla maggior parte della gente.

Per chi volesse leggere i miei racconti erotici sadomaso potete trovare tutte le mie opere a questi link:

http://www.amazon.it/s?_encoding=UTF8&field-author=Amleta&search-alias=digital-text

( Chiunque copia o cita alcuni pezzi di quanto scritto in queste pagine deve sempre citarne la fonte perchè tutti gli scritti in queste pagine sono miei personali e il diritto di usarli è dato solo previa autorizzazione mia. Quindi siete avvisati )

Per chi volesse contattarmi per avere più notizie sulle mie opere scriva a:

Levanius@virgilio.it

Per chi volesse curiosare nel mio blog principale eccovi il link:

i tesori di Amleta

Cuori di pietra

Cuori di spine

Advertisements

LA DAME DE LA ROSE

3Hp8Oq88nng

 

Inconsistente piumaggio atto al volo,

ho rischiato di fare un volo dentro la vasca da bagno

dove le rose possono sbocciare da un semplice rasoio cucito male.

Inietto sangue di rose dentro al mio cuore

per respirare meglio in mezzo al mio nuoto

e rimango in superficie per riscaldarmi le vene.

Non è occasione prima di una scena già riuscita

ad una sorella migliore di me in questa vita.

Ofelia mia sola gemella, colei che fuggì dal suo amore pazzoide,

giace ancora in quel sogno perduto nel flusso della morte.

Discendo fino al fondo perchè così soltanto posso vivere,

mentre ciò che rimane di ogni stelo non è il fiore

ma le spine che ci hanno punto e ci hanno dato l’amore.

CRETA

Mio Signore, ho lasciato tutto quello che c’è stato prima,

la mia vita passata, per essere creta nelle vostre mani.

Voi mi lavorerete con la vostra esperienza,

l’esperienza del vostro passato, e mi aiuterete

a diventare opera vostra personale.

Dimentico tutto ciò che ho vissuto senza di voi,

dimentico ciò che sono stata prima di voi,

ciò che mi ha ferito  e reso cieca

di fronte al mio vero essere

è del tutto svanito.

Adesso solo voi mi scoprite

e mi portate alla luce.

Sugli spazi che ho lasciato dietro di me

potete scorgere volti, parole, suoni, croci

e su tutto questo voi ponete il vostro potere

e lo cancellate come fosse stato solo fumo.

L’effimera esistenza in cui avevo avuto fede

rimane sul muro della mia memoria

come un poster scolorito

che adesso non mi dà più nessuna emozione.

La vostra forte consistenza rende la mia materia

pronta alla fusione col vostro elemento animale.

Voi, maestro, mi rendete migliore,

in un mondo dove il peggio

è ormai la regola, e voi che siete giunto in alto

vi degnate di guardare in basso e porgermi la mano

per insegnarmi ciò che non conosco.

L’arte di trasformare il proprio essere,

grazie all’intervento di uno scultore come voi,

mi è ancora sconosciuta ma so che dalla creta

qualcosa di stupendo sta già nascendo.

Un accenno di forma, un idea che diverrà opera vera.

Hai scavato un filone d’oro

dove altri vedevano solo dura roccia.

Hai tolto valanghe di detriti

dal mio tormento quotidiano

e lo hai reso tempo prezioso

per il tuo perfido piano.

Ora che avete trovato il vostro tesoro,

lo ammirate contento e sicuro

che questo tesoro sarà il gioiello

che porterete in giro

come vostro unico ornamento.

hart

 

( english version)

My Lord, I left everything that was there before,

my past life, to be putty in your hands.

You will be working with me your experience,

the experience of your past, and you will help me

to become your own personal work.

I forget everything I’ve lived without you,

I forget what I was before you,

what hurt me and made blind

in front of my very being

is completely gone.

Now only you find me

and I brought to light.

On the spaces that I left behind me

you can see faces, words, sounds, crosses

and all this you place your power

and deleted as it was just smoke.

The ephemeral existence in which I had faith

stays on the wall of my memory

like a faded poster

Now that does not give me the passion anymore.

Your strong consistency makes my subject

ready to merge with your animal element.

You, Master, make me better,

in a world where the worst

is now the rule, and those who have come up

deign to look down and hand me the hand

to teach what you do not know.

The art of turning one’s being,

thanks to the intervention of a sculptor like you,

I is still unknown but I know that from clay

something wonderful is already being born.

A hint of shape, an idea that will become true work.

You dug a bonanza

where others saw only hard rock.

Did you remove debris avalanches

from my daily torment

and you have made them valuable time

for your evil plan.

Now that you have found your treasure is,

admired him happy and safe

that this treasure will be the jewel

that you will take around

as your only ornament.